mustafawiqatar namalefiji rachelbilsonitalia antawara creativegroupmarketing skantze estilonorden rugbysc loneturtle northerncolours Cheap Pandora Charms Sale,Cheap Tiffany Jewellery Sale,Ralph Lauren Polo,polo ralph lauren sale,outlet a buon mercato hogan scarpe,a buon mercato hogan,a buon mercato hogan Italia,Cheap Polo Ralph Lauren,Cheap Burberry HandBags,The North Face Jackets Outlet,Cheap North Face Down Jackets

MUSEO Social Club recupera la funzione “sociale” e “umana” dei musei diocesani rimuovendo dalle opere la “patina estetica”.

Non si tratta di un’artificio ma di un’operazione sensibile che recupera la funzione “sociale” e “umana” dei musei diocesani, rimuovendo dalle opere una patina invisibile, la “patina estetica”, un velo che ha creato una distanza, involontaria ma imbarazzante, tra le persone e l’idea stessa della bellezza contenuta nei musei d’arte e d’arte sacra. Una distanza che è una barriera e un corto circuito. Molte opere raccontano “storie di umanità” (tele e sculture raffiguranti genti fuggite da guerre e miserie che trovano riparo sotto ampi veli accoglienti, padri e figli che si perdonano in un abbraccio, ferite che vengono curate, il gelo della morte rischiarato da raggi di luce) ma non sono più leggibili come storie “calde”, vive e umane. Le persone più vulnerabili, spesso raffigurate in molte opere, non si avvicinano ai musei. Anche per i visitatori “abituali” i musei diocesani rischiano di essere luoghi che non attraggono perché non comunicano più, rischiano di non essere percepiti come utili e di perdere un ruolo, stando anche l’ampia scelta di altri intrattenimenti sensoriali come facile alternativa alla visita al museo. I musei diocesani però hanno radici ben piantate nelle comunità locale, sono diffusi capillarmente, ed hanno una importante eredità storica, un giacimento culturale e artistico costruito in centinaia di anni a testimonianza di un’umanità che molte volte si è presa cura di sé ed ha fatto fronte alle crisi e alle guerre (come quella che oggi bussa alle nostre porte e risale il mediterraneo) ed hanno curato le sofferenze e preso in carico tutte le fatiche umane.

LA SFIDA

La sfida di MUSEO Social Club è di sviluppare benessere nella comunità locale a partire dall’eredità culturale, artistica e materiale delle Confraternite dei Battuti Rossi, Bianchi e Neri che, per secoli, hanno svolto funzione sociale di tutela dei più deboli, promuovendo salute e socialità attraverso forme di sussidiarietà circolare.

L’IDEA

MUSEO Social Club è l’idea di un museo vivente che genera inclusione sociale coinvolgendo nuovi pubblici e rendendoli ‘attori’ di nuove e autentiche narrazioni intorno al tema del “prendersi cura”.

MUSEO Social Club è un progetto culturale, artistico e d’inclusione sociale che prova a dare una nuova risposta al ruolo dei Musei diocesani attraverso il coinvolgimento di nuovi pubblici – persone vulnerabili – e volontari dell’arte e del sociale.

Le persone più vulnerabili sono coinvolte in un’azione d’inclusione sociale e produzione culturale-artistica “dal basso”. Le voci, le storie e i punti di vista di un’umanità ai margini – con dignità – decentrano la “nostra” visione del mondo e umanizzano la “nostra” idea di arte, rendendo vivo e comunicante il MUSEO.

È un’esperienza pilota nel circuito “Città e Cattedrali”.

E se il fosse proprio il MUSEO, nell’attuale congiuntura socio economica, l’attore che può cogliere i bisogni sociali e culturali emergenti e giocare un ruolo attivo nella costruzione di una società più coesa e resiliente?

IL PROGETTO

Forte dell’eredità delle Confraternite – che furono per le comunità il cuore della funzione sociale – il MUSEO può rispondere al bisogno di ritrovare il filo e le forme del “prendersi cura” rendendosi straordinariamente utile nella rigenerazione di tre tipi di beni:

  • beni relazionali, il MUSEO può farsi luogo di socialità e benessere, spazio di relazione in cui aprire “conversazioni” e ricostruire legami di fiducia tra le persone;
  • beni artistici giocati su nuovi linguaggi che entrano in sintonia con il visitatore, accendono le sue emozioni con il contatto umano/empatico, con le performance dal “vivo”, con il linguaggio cinematografico, ed esprimono la molteplicità di punti di vista;
  • beni economici; attraverso l’immissione di prodotti editoriali sul tema del “prendersi cura” in specifiche campagne ed eventi di crowdfunding, il MUSEO può lavorare nella direzione della sua sostenibilità prototipando micro azioni di ‘social business’: le persone che hanno perso il lavoro e faticano ad arrivare a fine raggionano sull’idea che i servizi culturali associati ai musei (come ad esempio i ‘quadri viventi’) possano integrare il reddito e ridare fiducia e sostegno a persone (responsabilità sociale di “museo”).

Le opere esposte in museo prendono una nuova vita attraverso le “interpretazioni”, i corpi e le storie di vita, di stranieri immigrati, detenuti ed ex-detenuti, malati e disabili, nuovi poveri in difficoltà economica e altre persone vulnerabili. MUSEO Social Club non propone fuochi d’artificio tecnologici ma “calore umano”, la forma di linguaggio più universale della storia, per far tornare le persone e i musei a comunicare e interagire. Il “contatto” passa attraverso l’incontro (visite empatiche ed eventi Social Club), il racconto (quadri viventi, video e le fotografie) e la collaborazione (laboratori creativi ed esperienze di social business).

Le voci, le storie e i punti di vista di nuovi pubblici, le voci autentiche di un’umanità ai margini, possono far rivivere il museo esprimendosi con grande dignità e autenticità. Possono riuscire a decentrare la “nostra” visione del mondo, umanizzare la “nostra” idea di arte, e rendere vivo e comunicante il MUSEO.

PROGETTO sviluppato con:

  • Diocesi di Fossano
  • Consulta Regionale per i Beni Culturali Ecclesiastici
  • Caritas diocesana Fossano
  • Associazione Amici del Museo di Fossano Onlus

Si vieta la riproduzione non autorizzata in qualsiasi forma.

Canada Goose Jackets Canada Goose outlet moncler outlet moncler outlet uk moncler sale uk moncler uk Polo Ralph Lauren uk Ralph Lauren outlet uk Ralph Lauren outlet
Ralph Lauren outlet uk Polo Ralph Lauren Pas Cher Polo Ralph Lauren Pas Cher louis vuitton outlet uk cheap louis vuitton uk michael kors uk beats by dre uk Hollister Outlet UK North Face jackets uk
Cheap Ralph Lauren Polo Shirts ralph lauren outlet uk Polo Ralph Lauren Canada Moncler Jackets Sale Canada Goose Jackets Montreal Doudoune Moncler Pas Cher Christian Louboutin Outlet Uk Christian Louboutin Canada Cheap Louis Vuitton Bags uk cheap beats by dre beats by dre canada cheap beats by dre Abercrombie And Fitch Sale UK Abercrombie UK Outlet Cheap New Balance Trainers UK north face outlet Burberry UK Michael Kors UK
cheap golf clubs UK DVD Box Sets Cheap Dvds Boxset Christian Louboutin Outlet Christian Louboutin Shoes Outlet UK Chaussure Louboutin Pas Cher Louis Vuitton Bags uk Michael Kors Outlet Uk Michael Kors Outlet Uk Hollister Outlet UK New Balance Outlet Uk New Balance Canada North Face Outlet Uk

DOVE SIAMO

Culturadalbasso nasce da un gruppo di persone che vivono tra il Nord/Centro Italia e la Svizzera.

cheap pandora sale ralph lauren outlet cheap michael kors outlet cheap louis vuitton bags hogan scarpe outlet http://www.taraakshar.org/pandora.php outlet hogan scarpe cheap pandora jewellery sale cheap tiffany cheap nike free run http://www.seppia.eu/nike-free-run.php tiffany sale